Igiene orale professionale

lissone-igiene-orale

Ablazione del tartaro

L’ablazione del tartaro o detartrasi consiste nella rimozione della placca e del tartaro sopragengivale e sotto il bordo gengivale o colletto (primi 3 mm sotto la gengiva).

Il dentista o l’igienista dentale utilizzano strumenti sia manuali (curettes) sia a micromotore (ablatore a ultrasuoni). Con la rimozione del tartaro, si elimina la fonte di infezione che determina lo stato di costante infiammazione delle gengive (gengivite) e piano piano i tessuti interessati tornano alla normalità.

L’ablazione del tartaro può risolvere anche la malattia parodontale solo se essa si trova al primo stadio ovvero quando non ha ancora creato tasche parodontali. Dopo la seduta di detartrasi ed in mancanza di altre patologie scatenanti, anche l’alitosi tende diminuire notevolmente fino a sparire.

Polish o lucidatura dei denti

La fase di lucidatura dei denti ha sia scopo estetico che terapeutico, rispettivamente: riporta gli elementi dentali al loro colore naturale eliminando, al contempo, le macchie più superficiali e crea una superficie estremamente liscia a cui è più difficile, per tartaro e placca, aderire.